Tu sei qui

Patto educativo di corresponsabilità

(in base all’Art. 3 DPR 235/2007)

La scuola è l’ambiente di apprendimento in cui promuovere la formazione di ogni alunno, la sua interazione sociale, la sua crescita civile al fine di costruire un rapporto di reciproca fiducia, per potenziare le finalità dell’offerta formativa e guidare gli studenti al successo scolastico. L’interiorizzazione delle regole può avvenire solo attraverso una  fattiva collaborazione con la famiglia; pertanto la scuola persegue l’obiettivo di costruire una alleanza educativa con i genitori.

LA SCUOLA SI IMPEGNA A:

  • Creare un clima sereno e corretto, favorendo lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze, la maturazione dei comportamenti e dei valori, il sostegno nelle diverse abilità, l’accompagnamento nelle situazioni di disagio, la lotta ad ogni forma di pregiudizio e di emarginazione
  • Garantire e favorire il dialogo, la collaborazione e il rispetto tra le diverse componenti della comunità scolastica
  • Realizzare i curricoli disciplinari nazionali e le scelte progettuali, metodologiche e pedagogiche elaborate nel Piano dell’Offerta Formativa, tutelando il diritto ad apprendere
  • Procedere alle attività di verifica e di valutazione in modo congruo rispetto ai programmi e ai ritmi di apprendimento, chiarendone le modalità e motivando i risultati
  • Comunicare costantemente con le famiglie, in merito ai risultati, alle difficoltà, ai progressi nelle discipline di studio oltre che ad aspetti inerenti il comportamento,  la condotta ed eventuali problematiche personali
  • Prestare ascolto, attenzione, assiduità e riservatezza ai problemi degli studenti, così da ricercare ogni possibile sinergia con le famiglie
  • Rispondere entro 15 giorni ai ricorsi contro le eventuali sanzioni disciplinari tramite apposito organo interno alla Scuola

LA FAMIGLIA SI IMPEGNA A:

  • Conoscere l’Offerta formativa della scuola
  • Collaborare al progetto formativo partecipando, con proposte e osservazioni migliorative, a riunioni, assemblee, consigli e colloqui
  • Instaurare un dialogo costruttivo con i docenti, rispettando la loro libertà di insegnamento e la loro competenza valutativa
  • Verificare attraverso un contatto frequente con i docenti che lo studente segua gli impegni di studio e le regole della scuola, prendendo parte attiva e responsabile ad essa
  • Controllare sul libretto le giustificazioni di assenze e ritardi del proprio figlio, contattando anche la scuola per accertamenti
  • Intervenire, con coscienza e responsabilità, rispetto ad eventuali danni provocati dal figlio a carico di persone, arredi, materiale didattico, anche con il recupero e il risarcimento del danno
  • Rivolgersi ai docenti e al Dirigente Scolastico in presenza di problemi didattici o personali
  • Dare informazioni utili a migliorare la conoscenza degli studenti
  • Non chiedere uscite anticipate, se non strettamente necessarie e motivate tramite autorizzazione scritta ai responsabili di plesso o alla presidenza
  • Invitare il proprio figlio a non fare uso di cellulari in classe o di altri dispositivi elettronici o audiovisivi.

I DOCENTI SI IMPEGNANO A:

  • Essere puntuali alle lezioni, precisi nelle consegne di programmazioni, verbali e negli adempimenti previsti dalla scuola
  • Non usare mai in classe il cellulare
  • Rispettare gli alunni, le famiglie e il personale della scuola
  • Essere attenti alla sorveglianza degli studenti in classe e nell’intervallo e a non abbandonare mai la classe senza averne dato avviso al Dirigente Scolastico o a un suo Collaboratore
  • Informare studenti e genitori del proprio intervento educativo e del livello di apprendimento degli studenti
  • Informare gli alunni degli obiettivi educativi e didattici, dei tempi e delle modalità di attuazione
  • Esplicitare i criteri per la valutazione delle verifiche orali, scritte e di laboratorio
  • Comunicare a studenti e genitori  con chiarezza  i risultati delle verifiche scritte, orali e di laboratorio
  • Effettuare almeno il numero minimo di verifiche previsto
  • Correggere e consegnare i compiti entro 15/20 giorni e, comunque, prima della prova successiva
  • Realizzare un clima scolastico positivo fondato sul dialogo e sul rispetto
  • Favorire la capacità di iniziativa, di decisione e di assunzione di responsabilità
  • Incoraggiare gli studenti ad apprezzare e valorizzare le differenze
  • Lavorare in modo collegiale con i colleghi della stessa disciplina, con i colleghi dei consigli di classe e con l’intero corpo docente della scuola nelle riunioni del Collegio dei docenti
  • Pianificare il proprio lavoro, in modo da prevedere anche attività di recupero e sostegno il più possibile personalizzate.

LE STUDENTESSE E GLI STUDENTI SI IMPEGNANO A:

  • Essere puntuali alle lezioni e frequentarle con regolarità
  • Conoscere l’Offerta Formativa presentata dagli insegnanti
  • Intervenire durante le lezioni in modo ordinato e pertinente
  • Partecipare al lavoro scolastico individuale e/o di gruppo
  • Svolgere regolarmente il lavoro assegnato a scuola e a casa
  • Sottoporsi regolarmente alle verifiche previste dai docenti
  • Conoscere e rispettare il Regolamento di Istituto
  • Rispettare i compagni, il personale della scuola
  • Rispettare le diversità personali e culturali, la sensibilità altrui
  • Rispettare gli spazi, gli arredi ed i laboratori della scuola
  • Chiedere di uscire dall’aula solo in caso di necessità ed uno per volta
  • Non usare mai in classe il cellulare
  • Lasciare l’aula solo se autorizzati dal docente
  • Favorire la comunicazione scuola/famiglia.

IL PERSONALE NON DOCENTE SI IMPEGNA A:

  • Essere puntuale e a svolgere con precisione il lavoro assegnato
  • Conoscere l’Offerta Formativa della scuola e a collaborare a realizzarla, per quanto di competenza
  • Garantire il necessario supporto alle attività didattiche, con puntualità e diligenza
  • Segnalare ai docenti e al Dirigente Scolastico eventuali problemi rilevati
  • Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola (studenti, genitori, docenti)
  • Non allontanarsi al posto di servizio senza autorizzazione
  • Vigilare durante il cambio degli insegnanti
  • Sorvegliare gli alunni nei casi in cui l’insegnante per particolari esigenze  deve allontanarsi
  • Impedire che persone estranee circolino all’interno degli edifici scolastici senza previa autorizzazione
  • Vigilare sugli alunni durante la ricreazione, nei corridoi e nei servizi igienici
  • Vigilanza nei corridoi e locali di entrata e uscita dalla scuola.

Il genitore, presa visione delle regole che la scuola ritiene fondamentali per una corretta convivenza civile, sottoscrive, condividendone gli obiettivi e gli impegni, il presente Patto educativo di corresponsabilità insieme con il Dirigente scolastico, copia del quale è parte integrante del Regolamento d’Istituto.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.59 del 25/04/2018 agg.04/05/2018